Fototessera

Gen. Div. (aus.) Giovanni Fantasia

Assemblea061

Cari soci, ho accolto con soddisfazione e interesse prima l'incarico di Presidente della Sezione UNUCI di Milano e, successivamente, di Delegato Regionale.

Questa nomina mi lusinga per l'antico e alto prestigio che la Sezione e tutta la Circoscrizione godono sia presso la Presidenza Nazionale sia a livello periferico e, in particolare, in Lombardia; inoltre, mi incuriosisce per la molteplicità di interessi e per i compiti non sempre facili che ci siamo assunti nell'attuale difficile congiuntura sociale.

         E' ormai trascorso qualche tempo dal mio insediamento; tempo servito ad osservare, ascoltare e imparare, perché sono convinto che l'anima di ogni associazione e, in particolare, di una organizzazione come l'UNUCI siano i soci. Una base molto composita, costituita non solo dai tradizionali Ufficiali in congedo e da quelli della riserva di complemento ma anche dai numerosissimi soci aggregati.

E a tutti, quindi, voglio rivolgermi. Il contributo di tutti è indispensabile per mantenere vivo lo spirito di aggregazione che trae le origini dai valori espressi oltre 90 anni fa dai fondatori.

Tutti coloro che si sono iscritti all'UNUCI hanno fatto una scelta precisa: non hanno scelto un Club o una Associazione di servizio qualsiasi ma una Unione che si nutre di spirito di servizio, di tradizioni e di rispetto per le Forze Armate e le Istituzioni in generale.

Allo scopo richiamo un recente indirizzo del nostro Presidente Nazionale: "il nostro sodalizio non fu creato per fare reducismo bensì per promuovere azioni concrete, tese a rafforzare i sentimenti di solidarietà della popolazione verso le Forze Armate, a sostenere gli sforzi che la Difesa sta mettendo in atto per adeguare il nostro strumento militare, a partecipare a tutte le iniziative che vadano in quella direzione e a rafforzare i legami con gli Enti del territorio, con i cittadini, con i giovani".

Questa è la nostra missione, peraltro ben evidenziata nel nostro Statuto.

         Prendendo, quindi, a riferimento l'efficace e meritorio lavoro svolto dal Gen. Sciuto che mi ha preceduto, intendo riaffermare il primato dei nostri valori promuovendone la diffusione tra i giovani.

Affermare che i giovani sono il nostro futuro è un luogo comune ma è la verità.

         L'UNUCI ha bisogno dei giovani e di giovani che crescano e vengano educati ai valori di coloro i quali come Voi, soci UNUCI, avete fatto questa scelta. Credo fermamente che molti giovani ci stiano aspettando. Abbiamo gli strumenti per incrementare la nostra presenza nelle Scuole, una presenza che per essere costruttiva deve essere costante e perseverante.

E', probabilmente, più difficile perseguire tale obiettivo in una città multiforme, dispersiva, talvolta distratta come Milano rispetto ad altre città di provincia, ma occorre tentare.

Dobbiamo, peraltro, perseverare con l'addestramento professionale specifico di cui una splendida prova è stata l'esecuzione della Esercitazione/Competizione Internazionale "LOMBARDIA 2012" il cui resoconto troverete nelle pagine seguenti, proseguiremo, inoltre, con l'attività culturale, anche di tipo generalista, ma -soprattutto- finalizzata agli eventi storici, all'esaltazione dei valori e alle dinamiche evolutive delle nostre Forze Armate.

         Per fare tutto questo occorre il sostegno di tutti e Vi invito -pertanto- a continuare a sostenerci come avete fatto finora per fare fronte a tutte le attività organizzative in atto, a quelle in itinere e a quelle che svilupperemo in futuro.